Iscriviti alla Newsletter settimanale

martedì 21 luglio 2009

Rallenta la previsione per il mercato delle Relazioni Pubbliche, ma si aprono nuove opportunità per il settore

Frena il cauto ottimismo per l’andamento del mercato delle Relazioni Pubbliche, secondo l’aggiornamento a giugno 2009 dell’Indagine sviluppata dall’Associazione grazie al contributo delle società associate ad Assorel, la cui prima edizione era stata rilasciata a febbraio di quest’anno.
Aumenta la percentuale dei Soci che prevedono un calo per il mercato italiano nel 2009 vs il 2008, passando dal 48% dell’inizio dell’anno al 64% di questa edizione.

Resta un’alta percentuale di “cauti ottimisti”, correlata prevalentemente alla percezione che il new business stia sostituendo/sopperendo i mancati introiti dei clienti ”tradizionali”.
Meno delineata la percezione sui settori merceologici che determinano il decremento e/o sostengono il mercato”, anche se si segnala la contrazione del settore finanziario/ assicurativo.
Più evidente lo scenario per le ‘Aree di intervento” con consistenti indicazioni per le “Digital PR” seguite da buone performances di Crisis Management e delle “classiche” Media Relations,mentre in difficoltà gli Eventi, la Comunicazione Finanziaria, i Prodotti Editoriali e le Sponsorizzazioni.
“E’ un risultato atteso, ha dichiarato Furio Garbagnati - Presidente Assorel,stante l’attuale congiuntura economica e la stagnazione dei consumi, anche se, rispetto ad altre discipline del comparto della Comunicazione, le RP possono ancora essere considerate tra i settori in miglior salute. Ci conforta l’avvicinamento di molte nuove imprese e la continua crescita delle Digital PR, un segmento destinato a ricoprire un ruolo di grande rilievo in un futuro che è già presente.”

 

0 commenti:

Posta un commento