Iscriviti alla Newsletter settimanale

martedì 3 novembre 2009

Il magazine di Ferpi 'Relazioni Pubbliche' n.59 ottobre 2009

4316E' disponibile al download, dal sito FERPI, il numero 59 del magazine bimestrale ‘Relazioni Pubbliche’.

Il magazine apre le sue pagine anche a contenuti di più ampio respiro con l’intento di ospitare contributi che permettano di ampliare la cerchia dei suoi lettori e quello di diventare strumento di diffusione di tematiche attuali e rilevanti per chiunque (anche non socio Ferpi) orbiti nell’ambito professionale della Comunicazione.

La direzione responsabile della rivista è affidata a Vladimiro Vodopivec (già Direttore FERPI), mentre la direzione editoriale è curata dal nostro Consigliere e delegato della Sezione FERPI Campania, Giancarlo Panico che, con l’aiuto di una redazione formata da Gianfranco Esposito, Laura Latini, Toni Muzi Falconi, Valentina Pasolini, Ornella Petraroli, Roberto Portanova, Stefania Romenti, Carlo Tarallo, Giampietro Vecchiato e Fabio Ventoruzzo, si avvale del contributo bimestrale di alcuni autorevoli esperti di Relazioni Pubbliche, nonchè di quello di tutti coloro che vogliono animare il dibattito sulle nuove pagine di ‘Relazioni Pubbliche’.

Il magazine, oltre a vivere nel suo formato cartaceo che tutti i soci e i principali interlocutori di FERPI ricevono per posta, è disponibile e scaricabile in versione.pdf

ECCO I CONTENUTI:

Il magazine Ferpi apre con l’editoriale di Giampietro Vecchiato, dedicato all’innovazione, termine “spesso confuso con creatività”, ma in realtà il “risultato di meccanismi sociali ed organizzativi” in cui la comunicazione e la gestione delle relazioni con i pubblici gioca un ruolo fondamentale. “E’ la comunicazione – afferma vecchiato – che trasforma un’idea in innovazione”. Editoriale che introduce l’innovazione in uno degli aspetti della governance più attuali per le organizzazione: il passaggio da responsabilità sociale a sostenibilità.

Un primo piano, quello dedicato alla sostenibilità in questo numero del giornale, firmato da autorevli professionisti come Mervin King, tra i più noti esperti mondiali di organizzazione, che a pochi giorni dall’uscita del Rapporto King 3, documento di forte impatto nella discussione globale sulla corporate governance e la sostenibilità fra le imprese, chiama in causa i professionisti delle relazioni pubbliche come strateghi delle relazioni con gli stakeholder, veri strateghi della comunicazione aziendale. Dello stesso parere anche Toni Muzi Falconi che auspica il passaggio dalla gestione alla governance delle relazioni con gli stakeholder.

Si prosegue con la testimonianza di Alessandro Magnoni, General Affairs Director di Coca-Cola HBC Italia che spiega come l’approccio alla Responsabilità Sociale d’Impresa, fondendo rispetto per l’ambiente, sintonia con la società civile, approccio etico al mercato ed attenzione al capitale umano possa essere molto profondo o molto superficiale. A questo proposito l’esempio di Coca-Cola HBC Italia che ha ripensato tutta la propria governance in funzione della sostenibilità e che ogni anno racconta il proprio lavoro attraverso il Rapporto Socio-Ambientale. E ancora le opinioni di Caterina Banella, di Gaia del Gruppo Hill & Knowton, di Daniele Finocchiaro di GSK che ribadisce la centralità di comunicazione ed Rp nella sostenibilità ed infine di Dario Francolino di Roche che ritiene la comunicazione responsabile parte stessa dell’azienda. Sempre di sostenibilità parlano anche Rossella Sobrero, Caterina Torcia di Vodafone e Giovanni Buttitta di Terna. Chiude “il punto” di Paolo D’Anselmi.

Per le interviste con i grandi direttori di giornale Giancarlo Panico ha incontrato il direttore de Il Mondo, Enrico Romagna Manoja che sostiene con forza che il giornalismo è cambiato, anche in virtù del rapporto con i comunicatori.

Una ricca sezione sulle attività Ferpi riempie le pagine seguenti: prima con un contributo di Emanuele Invernizzi che presenta i risultati del progetto di Endorsment dei corsi di laurea in RP e comunicazione d’impresa, partito nel 2004 su iniziativa di Ferpi ed Assorel, poi con l’intervento di Gianluca Comin all’Assemblea nazionale dei soci che si è tenuta in giugno a Milano in cui il presidente ha spiegato come veda nelle Rp la professione chiave del futuro e come i 40 anni di Ferpi ne rappresentino un’occasione di rilancio. Infine, con il Premio Ischia, tradizionale appuntamento di giornalismo che quest’anno ha visto la prima edizione del premio Comunicatore dell’Anno in collaborazione con Ferpi.

Protagonista della sezione Corporate è Campari, azienda che ha fatto la storia della pubblicità e della comunicazione in Italia ed all’estero e che vede la comunicazione come una delle componenti fondamentali della governance, secondo quanto dichiara Chiara Bressani, Head of Group Communication in un’intervista esclusiva.

Italia protagonista anche nelle pagine dedicate allo scenario internazionale: dopo Toni Muzi Falconi, Amanda Jane Succi è il nuovo Segretario Generale di Global Alliance for Public Relations and Communication Management, la federazione internazionale che riunisce 66 associazioni nazionali professionali delle Rp e della comunicazione in tutto il mondo. Nella lunga intevista con Fabio Ventoruzzo, la neoeletta, già consigliere nazionale di Ferpi e delegata della Sicilia, fa il punto sullo stato di salute di Global Alliance.

Molto interessante l’intervista a Beppe Facchetti, vicepresidente di Assorel, che tornando al tema dell’innovazione, afferma che una professione come quella del comunicatore deve essere in grado di anticipare le evoluzioni della società in cui opera. A chiosa delle pagine dedicate alla professione un intervento di Gianluca Comin che mette in luce un interessante aspetto di “guerrilla” applicata alle relazioni pubbliche.

Chiude il magazine la sezione dedicata agli Eventi, con il caso di successo del G8 de L’Aquila e la pagina relativa alla vita associativa con i nuovi soci ed un grande ritorno: dopo 14 anni, Ferpi ed Assorel firmano il PR Book, vademecum delle Rp italiane.

In chiusura un richiamo alle nuove convenzioni stipulate da Ferpi per i propri soci.

0 commenti:

Posta un commento