Iscriviti alla Newsletter settimanale

mercoledì 11 novembre 2009

In crescita il web marketing

In Italia le aziende mostrano ancora una certa diffidenza nei confronti di Internet come strumento per le ricerche di mercato, eppure e’ in crescita il numero di chi comincia a guardare a questa metodologia come ad una potenzialita’ di marketing. Grazie al fenomeno dei social network e’ oggi possibile raggiungere nuovi target e nuove tipologie di consumatori: non piu’ solo giovani abituati a navigare in rete ma anche persone che si avvicinano al mondo di internet e cominciano ad usare la Rete come nuovo strumento di comunicazione grazie alla facilita’ d’uso dei network.

È quanto emerge dai dati diffusi da Assirm, Associazione tra Istituti di ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerca sociale, in occasione del convegno tenutosi oggi a Milano “Il futuro delle ricerche on-line in Italia” che ha riunito per la prima volta in Italia gli istituti associati specializzati nella materia e gli online panel provider esterni all’associazione.
Nel 2003 le ricerche on line nel nostro Paese rappresentavano meno dell’1% del fatturato delle ricerche ad hoc quando negli altri Paesi Europei si attestavano su livelli fino a 10 volte piu’ elevati; a partire dal 2004 si e’ registrato pero’ un trend di crescita che ha portato questa metodologia a rappresentare il 7% del totale mercato.

Il dato, riferito agli associati di Assirm che in totale fatturano circa l’80% delle ricerche in Italia, mette in luce il numero ancora limitato di ricerche on line nel nostro Paese. Senza tener conto dei Paesi extra europei come Australia, Giappone e Canada in cui le ricerche on line oscillano dal 32% al 35% del totale ricerche, anche nel resto d’Europa questa metodologia e’ molto piu’ utilizzata rispetto all’Italia: in Germania il 29% delle ricerche e’ on line, in Gran Bretagna il 25% e nei Paesi Bassi il 28% con una media mondiale che si attesta al 20%.

 

0 commenti:

Posta un commento