Iscriviti alla Newsletter settimanale

venerdì 22 ottobre 2010

Top Management Forum a Milano

In uno scenario in cui, nonostante i cenni di una lenta ripresa, spesso prevalgono ancora dati negativi sull'andamento del nostro Paese, le imprese non possono esimersi dal fare una profonda riflessione sui requisiti indispensabili per dominare il futuro nei prossimi anni e non esserne invece travolte.

Il veloce sviluppo tecnologico e la concorrenza dei mercati pongono sempre più l'accento sull'esigenza e l'urgenza di innovare strategie e strumenti di management per recuperare competitività e rilanciare le aziende. Si tratta di un processo non immediato, che richiederà alle imprese un forte e continuo investimento non tanto in prodotti e processi, quanto piuttosto nei modelli organizzativo-gestionali e di business, al fine di ridefinire le prospettive e le linee guida di un approccio che sia davvero orientato al domani e che ridia slancio ad un'economia ancora incerta.

Per poter operare in uno scenario di medio periodo sicuramente difficile serve infatti un deciso riposizionamento delle imprese di fronte al mutato contesto economico, anche perché i cambiamenti radicali del mercato e conseguentemente dei concorrenti obbligheranno le aziende a rinnovarsi, costringendole però ad una pura rincorsa se il cambiamento non verrà ben pianificato.

L'innovazione rappresenta dunque oggi per le aziende pubbliche e private la vera sfida per cogliere le opportunità future, il motore della crescita industriale e la principale risorsa per la competizione globale. Tuttavia ciò dipenderà da come le organizzazioni saranno capaci di operazionalizzare il cambiamento, adottando nuove leve strategiche e gestionali utili a competere nella nuova era, che per molto tempo metterà a dura prova le capacità di resilienza di molte aziende.

Non è così immediato infatti far sì che la consapevolezza di un'esigenza si tramuti in passi concreti. Nonostante imprenditori e manager siano focalizzati nel breve sulla necessità di operare modifiche radicali spostando il focus delle priorità sulla riduzione dei costi e sulla crescita dei profitti, pena il ridimensionamento o perfino l'uscita definitiva dal mercato, tutti concordano che la competitività di oggi e di domani non possa prescindere dall'innovazione. Tuttavia uno degli ostacoli maggiori al cambiamento si trova proprio all'interno delle stesse aziende e nelle persone che vi operano.
Knowità ha scelto di organizzare il grande evento annuale dedicato al Top Management con l'obiettivo di presentare alle imprese italiane opportunità di innovazione e spunti di riflessione per rilanciare la competitività aziendale, sviluppare nuovi prodotti o servizi, gestire relazioni complesse con altre imprese, creare strategie per posizionarsi sui mercati nazionali ed internazionali, impostare le strategie per promuovere e cavalcare la ripresa sostenibile.

L'evento si caratterizza per la presenza di qualificati e autorevoli relatori provenienti da istituzioni, università e mondo imprenditoriale, per gli eccezionali interventi del guest speaker Vijay Govindarajan, per la Tavola Rotonda con il Top Management italiano, nonché da quest'anno per l'attribuzione di prestigiosi premi alle migliori pratiche di management del panorama nazionale.

Durante l'evento i partecipanti e i relatori avranno l'opportunità di prendere parte a speciali momenti di networking, occasioni uniche dal taglio informale per instaurare nuove relazioni in un contesto "lounge" e rilassato.

L'occasione sarà ideale per entrare in contatto con nuovi colleghi, stringere rapporti "più confidenziali" con figure di rilievo, ritrovare conoscenze già instaurate e fare networking con opinion leader e decision maker di indiscusso spessore nell'ambito del panorama economico nazionale ed internazionale.

0 commenti:

Posta un commento