Iscriviti alla Newsletter settimanale

giovedì 18 novembre 2010

Assirm, Il canale internet italiano cresce

Il primo semestre 2010 mostra un’ottima ripresa del settore delle ricerche di mercato in Italia: la crescita sia dell’acquisto che del fatturato si attesta su una media del 17% (16,9% acquisto e 17,6% fatturato), rispetto al primo semestre 2009. La situazione si presenta positiva sia per le ricerche ad hoc che per quelle con metodologia panel (+18% e +17,5%), e il canale online nel nostro Paese cresce addirittura del 46,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

È quanto emerge dai dati diffusi da Assirm, Associazione tra Istituti di ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerca sociale, in occasione del convegno internazionale tenutosi oggi a Milano “OnLine Research Event: L’evoluzione Continua” che ha riunito per la prima volta in Italia gli istituti associati ad Assirm specializzati nella materia e gli esperti del settore di Esomar, l'associazione mondiale dei professionisti del marketing e dei sondaggi d'opinione.

Secondo i dati Esomar, il mercato italiano della ricerca si attesta al settimo posto a livello mondiale con un fatturato di 543 milioni (dato 2009) precedendo i mercati di Spagna e Canada, e al quarto posto a livello europeo preceduto solo da UK (2.332 milioni di euro), Germania (2.080 milioni di euro) e Francia (1.930 milioni di euro).

In particolare è la metodologia online a mostrare la crescita più evidente in Italia: nel 2003 le ricerche online nel nostro Paese rappresentavano meno dell’1% del fatturato delle ricerche ad hoc quando negli altri Paesi Europei si attestavano su livelli fino a 10 volte più elevati; a partire dal 2004 si è registrato però un trend di crescita che ha portato questa metodologia a rappresentare nel 2010 l’8%del totale mercato.

Il dato, riferito agli associati di Assirm che in totale fatturano circa l’80% delle ricerche in Italia, mette in luce la crescita esponenziale di ricerche online nel nostro Paese. Secondo i dati Esomar (Global MARKET Research 2010) presentati durate il convegno, l’Italia (+46,4%) è il Paese con un tasso di crescita della ricerca online secondo solo alla Spagna (+60,4%). Seguono il Giappone (+28,6%), la Svizzera (+19%) e gli Stati Uniti (+10%). Altri Paesi, sempre secondo la ricerca, cominciano invece a subire un trend di stagnazione per quanto riguarda questa metodologia dopo anni in salita: Germania (-4,9%), UK (-11%) e Australia (-24,1%).

Cresce quindi in Italia, ma non solo, il numero di chi comincia a guardare alla metodologia online come ad una potenzialità di marketing. Infatti grazie al fenomeno dei social network, primo tra tutti Facebook, è oggi possibile raggiungere nuovi target e nuove tipologie di consumatori: non più solo giovani abituati a navigare in rete, profili dotati di skill ben specifiche, ma anche persone che si avvicinano al mondo di internet e cominciano ad usare la Rete come nuovo strumento di comunicazione grazie alla facilità d’uso dei network.

Le stime di Assirm per l’anno corrente prevedono una crescita delle ricerche via web in quanto si comincia a riconoscerle sempre più come strumento utile e interattivo per indagini sia qualitative che quantitative, che permette di avere un rapporto forte con l’intervistato e che spesso permette di interagire con target di consumatori altrimenti intercettabili con maggiori difficoltà.

La ricerca web, secondo le previsioni di Assirm, non soppianterà le metodologie di ricerca ‘tradizionali’ (telefonica o face-to-face), ma grazie alla qualità dei campioni e delle risposte, alla possibilità di sviluppare nuovi approcci di ricerca che sfruttano l’interattività, all’applicazione di tecniche di analisi sofisticate e alla presenza dei social network, questo strumento diventerà un valido complemento alle ricerche classiche.

La crescita che il nostro settore sta registrando testimonia una ripresa vitalità delle aziende in termini di progettualità ed iniziative di marketing.”  Ha dichiarato Silvestre Bertolini, Presidente di Assirm “Assirm crede nella necessità di investire nell’innovazione per rimettere in moto la domanda e siamo convinti che le ricerche online abbiano una grande potenzialità che deve essere messa al servizio delle imprese. Proprio per questo pensiamo sia necessario diffondere una conoscenza approfondita dello strumento della ricerca di mercato e dei vantaggi che può offrire.”

Conoscere i propri consumatori in un mondo in continua evoluzione! Questo è l’imperativo di ogni azienda ed organizzazione che vuole essere di successo. Come non mai le ricerche di mercato svolgono un ruolo insostituibile.” Ha dichiarato Tommaso Pronunzio, Consigliere Assirm e Rappresentante Esomar per l’Italia “Il mondo che cambia impone sempre nuove metodologie, nuovi approcci, rivisitazione di tecniche di analisi sperimentate ed affidabili. Questa è la sfida che Assirm ed Esomar affrontano ogni giorno, ed è per questo che si è deciso di organizzare un evento sull’online in Italia. Questo rappresenta un momento insostituibile per confrontarsi e capire in cosa e perché l’Italia avrà un ruolo sempre più centrale a livello internazionale”.

Il mondo dell’online è in continua evoluzione, perché segue le esigenze sempre mutevoli che si registrano a livello internazionale.” Ha dichiarato Finn Raben, Director General Esomar “L’Italia è sempre stato e sempre sarà in futuro un Paese di grande rilievo, fonte di ispirazioni e guida per nuove soluzioni di ricerca che consentono di avvicinare i consumatori tra loro e tutti loro alle aziende. Questo evento, organizzato in Italia è solo un esempio del ruolo e del peso dell’Italia nello scenario internazionale.”

0 commenti:

Posta un commento