Iscriviti alla Newsletter settimanale

venerdì 17 marzo 2017

Civitan International, da cento anni al servizio della comunità


Il 17 marzo del 1917 un medico di Birmingham, in Alabama, Courtney Shropshire riunì alcuni amici commercianti, medici ed avvocati per progettare una nuova associazione che avrebbe dovuto occuparsi di Service, ovvero di volontariato sociale, adottando il motto ‘Builders of Good Citizenships’.

Il sodalizio decise di dare il nome Civitan alla loro organizzazione, un termine derivato dalla parola latina Civis, cittadino, volto ad identificare l'impegno civico che avrebbe contraddistinto ogni suo membro.

Oggi, esattamente 100 anni dopo, il Civitan è un'organizzazione internazionale, presente in 44 Paesi del Mondo, che opera a beneficio delle collettività, offrendo sostegno in forma volontaria alle categorie più svantaggiate, con particolare attenzione alle persone affette da disabilità.

Nel corso della sua attività, il Civitan International, ha accolto tra i suoi membri numerosi importanti personaggi che hanno fatto la storia degli Stati Uniti,  tra questi si annoverano l’inventore Thomas A. Edison e l’industriale Newyorkese Cornelius Vanderbilt. Degno di nota, inoltre, il fatto che ben quattro Presidenti degli Stati Uniti ovvero Calvin Coolidge, Franklin D. Roosevelt, John F. Kennedy ed Harry Truman abbiano negli anni fatto parte del Civitan International.

Il Civitan International è presente in Italia dal 2012, anno in cui il Board Internazionale di questa organizzazione ha incaricato un professionista della Comunicazione con esperienze americane, molto attivo nel campo sociale e segnatamente nelle attività di service, l’italiano Carmelo Cutuli, nella qualità di General Secretary to Italy, con il mandato di fondare i primi club nel nostro Paese e successivamente riunirli in un Distretto.

Il network italiano è attualmente in piena espansione: “Siamo oggi – dichiara Cutuli – ad un passo dal riconoscimento dell'Italia in quanto distretto autonomo, ciò ci permetterà di avere un’organizzazione stabile a beneficio della definitiva crescita e del consolidamento delle attività. In cinque anni siamo passati da uno a qualche centinaio di Civitan posizionando la nostra struttura, nei luoghi ove essa è presente, tra le realtà più importanti che si occupano di service. Questo è stato possibile grazie alla proattività dei nostri club builder e soprattutto alla collaborazione degli altri service club e strutture di volontariato del territorio”

In questa settimana, i Club Civitan in tutto il mondo celebrano i cento anni di attività ed anche in Italia i Club hanno organizzato numerose iniziative per festeggiare questa importante ricorrenza, nella Capitale, è stato anche costituito il Civitan Club Roma Centenario, un nuovo Club che ha inteso ricordare nel suo nome distintivo il primo centenario di attività e nel cui certificato di Charter, la bolla di fondazione, è riportata la data del 17 Marzo 2017 ovvero esattamente 100 anni dopo che il dottor Shropshire ed i suoi colleghi fondarono il primo Club Civitan a Birmingham.


0 commenti:

Posta un commento